giovedì 22 dicembre 2016

VILLA TRAVAINI

Il complesso architettonico denominato villa Travaini-Vendrame è attribuibile al XIII secolo e si erge maestoso nel centro abitato di Codognè, lungo via Roma, tra le due Chiese. I primi proprietari accertati appartengono alla famiglia dei Ton, in origine livellari dei nobili Toderini. 
 
L’insieme architettonico è costituito da un unico corpo ad “L” in cui si collocano, in successione, il corpo padronale della villa vera e propria, un edificio residenziale degli inizi del Novecento e la barchessa tardo settecentesca che giunge di testa su via Roma. Un edificio separato adibito a stalla-fienile, posto a nord, completa il complesso.
La villa ha una composizione tripartita, tipica delle Ville Venete, con un corpo centrale sopraelevato rispetto ai lati, con sale centrali passanti denunciate nella facciata principale da due file di trifore ad arco a tutto sesto con balconcino e da un frontone triangolare con al centro una decorazione con  canestro di fiori. Due corpi leggermente arretrati formano le due ali laterali della villa; nell’ala sinistra si colloca una piccola cappella un tempo adibita ad oratorio semipubblico.
La villa è separata dalla strada da un giardino che termina con una peschiera a doppia curva, che evidenzia la gerarchia del corpo principale rispetto alle ali laterali.
Foto d'epoca, 1940 circa. Oggi la villa è oggetto di un importante recupero culturale e architettonico.
Anche la peschiera che incornicia il piccolo giardino, a breve tornerà in funzione.




Nessun commento:

Posta un commento