giovedì 22 dicembre 2016

STORIA

Codognè è una cittadina di circa 5.300 abitanti. Si trova tra le Alpi (le Dolomiti) ed il Mare Adriatico, vicino alle colline di Conegliano e Valdobbiadene, in un territorio ricco di fiumi, tra i quali i principali sono la Livenza e il Monticano.

Il toponimo di Codognè trae origine dal frutto della mela cotogna (latino cidonya”) che nella lingua locale viene chiamata "pon codogno", da qui "Codognè". Infatti, storicamente in quest'area si diffuse molto la pianta del cotogno, specialmente a livello spontaneo.
Dal Medioevo questo territorio, prevalentemente dedicato all'agricoltura, fu attraversato da un'importante rotta commerciale, chiamata Via dei Sali, che permetteva lo scambio di merce pregiata, ovvero il sale e i cereali, dal Mar Adriatico al Nord Europa. L'età d'oro per gli scambi commerciali si ebbe sotto il dominio della Repubblica Veneziana che qui governò dal XIV al XVIII secolo.
Nel corso del Seicento, la nobile famiglia veneziana dei Toderini acquistò dei terreni a Codognè e vi costruì una delle più belle ville di questa parte d'Italia, caratterizzata dallo stile palladiano.
Questa residenza divenne un'importante risorsa economica, basata sullo sfruttamento agricolo, e un luogo di ritrovo culturale. Lo stesso poeta italiano, Ugo Foscolo, soggiornò qui, dedicando ai padroni di casa dei componimenti.
Oggi Codognè è diventata una cittadina moderna che però non dimentica il suo passato, anzi. L'obiettivo per il futuro è quello di perseverare nella valorizzazione e nella promozione delle proprie origini e tradizione.
Codognè, Villa Toderini De Gajardis vista dalla Mutera
HISTORY

Codognè is a town with a population of 5.300 habitants. It’s located in a middle way between the Alps (the Dolomites) and the Adriatic See, close to the hills of the city of Conegliano and the district of rivers where the most famous are: the Livenza River and the Monticano River.

The place name of Codognè derived from apple species called “cidonya”, which becomes “cotogna” (ENGLISH: quince) after several language alteration. Historically, this area was covered by a lot of spontaneous cidonya trees. From the Middle Age it was an agricultural area, crossed by an important commercial road called “the salt road”, which connected the commercial of salt and cereals from the Adriatic See to the North of Europe, especially under the Venice dominion (from the XIVth century to the XVIIIth century).

During the XVIIth century, the Venetian dynasty of Toderini constructed in Codognè one of the most beautiful villa of this part of Italy, characterized by Palladian style. It became an important economical resource (based on agriculture) and a cultural hub. The Italian poet, Ugo Foscolo, journeyed here, honoring the owners with a pleasure poem dedicated to them. 
 
Today, Codognè is grown as a town with several modern facilities and the mission to qualified and promote its Past and Tradition.

[Bibliografia: Codognè, Nascita e sviluppo di una comunità trevigiana di pianura tra Liuvenza e Monticano, a cura di L.Caniato e G. Follador, edito dal Comune di Codognè, aprile 1990]

Nessun commento:

Posta un commento